Progressione Economica Orizzontale (P.E.O.)


Vorrei con questo piccolo contributo essere di aiuto al fine di comprendere i vari passaggi relativi alla Progressione Economica Orizzontale (P.E.O.) nella P.A. della Regione siciliana.

Le progressioni economiche orizzontali costituiscono elemento di premialità della prestazione lavorativa e pertanto sono attribuite in modo selettivo ad una quota parziale di dipendenti, in relazione allo sviluppo delle competenze professionali ed ai risultati individuali e collettivi rilevati dalla metodologia di valutazione vigente.

Analisi del quadro legislativo e contrattuale.

Il d.lgs. 150/2009, art. 23 comma 2, disciplina l’obbligo di assegnare progressioni economiche in modo selettivo, in relazione allo sviluppo delle competenze professionali ed ai risultati individuali e collettivi rilevati dal sistema di valutazione.

Detta norma, costituisce disposizione precettiva per la regolamentazione e l’attribuzione delle progressioni economiche ai lavoratori del pubblico impiego.

Il criterio della selettività appare configurabile sia in senso soggettivo (valutazione delle competenze e dei risultati), sia in senso oggettivo (attribuzione comunque della progressione ad una quota limitata di dipendenti).

Il d.lgs. 165/2001, art. 52 comma 1-bis, ribadisce che le progressioni all’interno della stessa area avvengono secondo principi di selettività, in funzione delle qualità culturali e professionali, dell’attività svolta e dei risultati conseguiti, attraverso l’attribuzione di fasce di merito.

REGIONE SICILIANA – ACCORDO AI SENSI DELL’ART. 22, COMMA 8 DEL CCRL 2016-2018

Il 27 dicembre del 2019 presso i locali dell’A.Ra.N. Sicilia è stato firmato l’accordo che disciplina l’istituto della “Progressione economica all’interno della categoria”.

La P.E.O. si realizza mediante l’acquisizione, in sequenza, dopo il trattamento economico tabellare iniziale, di successivi incrementi retributivi, corrispondenti ai valori delle diverse posizioni economiche a tale fine espressamente previste.

Le risorse disponibili per le P.E.O. sono poste interamente a carico del “Fondo risorse decentrate” di cui all’art. 90 del CCRL.

In sede di prima applicazione (con decorrenza 1 ° gennaio 2019) si è stabilita una quota pari al 35 per cento dei dipendenti a tempo indeterminato in servizio a tale data.

I contingenti di personale cui attribuire la posizione economica immediatamente superiore, suddivisi tra ruolo regionale e Corpo forestale della Regione siciliana, sono i seguenti:

CategoriaPosizione EconomicaRuolo RegionaleCorpo Forestale Regione SicilianaTotale
DD7
D6
D5
D4
D3
D2
D1
870
221
7
30
13
25

46






916
221
7
30
13
25

CC9
C8
C7
C6
C5
C4
C3
C2
C1
340
86
319
76
81
99
2
36

149
12
51
1

13



489
98
370
77
81
112
2
36

BB7
B6
B5
B4
B3
B2
B1
18
3

5
706
33

7


18
3
7
5
706
33

AA6
A5
A4
A3
A2
A1


10
939
30



10
939
30

Passaggi programmati P.E.O. (1 gennaio 2019)

Quantificazione dei costi

Dipartimento regionale della Funzione pubblica e del personalenota prot. n. 112523 del 7 ottobre 2019
Dipartimento regionale della Funzione pubblica e del personale – Area Affari Generalinota prot. n. 117482
del 17 ottobre 2019
Personale Ruolo regionale€ 2.962.285,31
Corpo Forestale Regione siciliana€ 216.508,55
Totale€ 3.178.793,86
stime del costo per le nuove posizioni economiche orizzontali

Criteri Selettivi

esperienza professionale maturata; (valutazione del servizio prestato)

titoli di studio, culturali e professionali;

percorso formativo obbligatorio propedeutico all’esame finale;

risultanze della valutazione della perfomance individuale nel triennio precedente al presente accordo.