Riflessione personale

frase_pertini

La storia racconta:

• era il 1906 quando ha iniziato a manifestarsi l’impegno del sindacalismo confederale;
• sono trascorsi oltre 60 anni dalla fondazione della UIL.

Il movimento si sviluppa storicamente a partire dal XIX secolo in Europa e negli Stati Uniti, prende piede a seguito della rivoluzione industriale e allo sviluppo del capitalismo e della nuova borghesia imprenditoriale, con la nascita di associazioni e organizzazioni di operai volte alla conquista di miglioramenti nelle condizioni di lavoro.Quarto_Stato

Questi movimenti prendono la forma di società di mutuo soccorso, leghe operaie e leghe contadine, fino alla nascita del Sindacato.

Ai giorni nostri si dice che:

• il sindacato non serve, ingessa le riforme;
• i sindacati ed i sindacalisti rappresentano la rovina dello Stato.

La verità è che oggi viviamo schiavi di una politica, fatta da caste, che vuole nascondere i propri errori accusando altri dello sfascio generale di un Paese, l’Italia, che meriterebbe ben altre sorti.

Altra verità è che il sindacato nei  Paesi OCSE esiste ed è radicato.

Stati a sindacalizzazione elevata (Danimarca, Finlandia, Svezia e Norvegia), media (Austria, Canada, Germania, Gran Bretagna, Italia, Olanda) e bassa (Stati Uniti, Spagna e Francia).

Oggi si deve difendere il sindacato, il suo ruolo e le sue strutture articolate nel territorio, i suoi enti strumentali e soprattutto la sua presenza e rappresentanza in tutte le sedi, affinché la storia continui ad essere presente nelle menti di noi giovani!

Condividi!